Dislocazione mandibolare – per pazienti (Umana)

Per David F. Murchison, DDS, MMS, Clinical Professor, Department of Biological Sciences;Clinical Professor, The University of Texas at Dallas;Texas A & M University Baylor College of Dentistry

La dislocazione della mascella (mandibola slogata) di solito è molto dolorosa. Non si riesce a chiudere la bocca e la mascella può essere deviata lateralmente. In genere la dislocazione della mascella è causata da:

  • Apertura eccessiva della bocca (mentre si sbadiglia, si addenta un grosso panino, si vomita o durante una seduta odontoiatrica)
  • Una lesione

La dislocazione può insorgere con maggiore probabilità in persone con episodi precedenti o che soffrono di allentamento della mascella (ipermobilità), come possibile conseguenza di un disturbo temporo-mandibolare ( Disturbi dell’articolazione temporomandibolare).

In genere il medico o il dentista riporta la mascella in sede manualmente (riduzione manuale).

Una volta riposizionata la mascella, talvolta viene applicato il bendaggio di Barton ( Bendaggio di Barton) per limitare il movimento della mandibola in modo da prevenire un’altra dislocazione durante la risoluzione dell’infiammazione nell’articolazione. Si consiglia inoltre di non aprire eccessivamente la bocca per almeno 6 settimane. Se si sta per sbadigliare, mettere un pugno sotto il mento per evitare che la bocca si spalanchi. Gli alimenti vanno tagliati in bocconi piccoli. In caso di ripetuti episodi di dislocazione, può essere necessario l’intervento chirurgico per ridurre il rischio di ulteriori dislocazioni. Per esempio, i legamenti che collegano la mascella al cranio (all’altezza dell’articolazione temporo-mandibolare, Disturbi dell’articolazione temporomandibolare) possono essere accorciati, rinforzando l’articolazione.

Fonte:

Manuale Merck